La Torà del giorno: Mishpathìm (6)

20 Ecco, Io manderò un angelo di fronte a te per proteggerti nel cammino e per farti entrare nel luogo che ho preparato. 21 Sii attento in sua presenza e dai ascolto alla sua voce. Non ribellarti a lui dato che in lui è [contenuto] il Mio Nome e per il fatto che non è in grado di perdonare la vostra trasgressione. 22 Ma se tu darai veramente ascolto alla sua voce e farai tutto quello che dirò, allora Io sarò il nemico dei tuoi [stessi] nemici e combatterò i tuoi avversari. 23 Il Mio messaggero procederà di fronte a te e ti condurrà alla [terra degli] emorèi, dei khittèi, dei perizèi, dei canaanèi, dei khivvèi e degli jevusèi, e poi Io li annienterò. 24 Non ti dovrai prostrare alle loro divinità né prestare loro culto. Non adotterai i loro comportamenti ma, al contrario, dovrai estirpare completamente [i loro idoli] e distruggere le loro steli votive. 25 Voi servirete l’Eterno, il vostro Signore, e Lui benedirà il tuo pane e la tua acqua; Io terrò lontana da in mezzo a te [ogni] infermità.

La Torà cantata
Sefer Shemòt
vv. 23, 20 - 23, 25

Voce di Moise Levy
Commento del giorno sulla Torà

...avendo sottoposto alle cure mediche... (Shemòt 21, 19). La Torà dice, a proposito di una persona che subisce un danno fisico, che le cure mediche a cui deve essere sottoposto sono a carico di chi gli ha procurato il danno fisico. Però il grande commentatore della Torà, Rabbì Shlomò Itzhakì, conosciuto come Rashì, deduce da questo verso anche un altro insegnamento cioè che è stata data la facoltà ai medici di curare gli ammalati. Accadde che un giorno si presentarono degli uomini dinnanzi a uno dei grandi Tzaddìkim delle generazioni precedenti e gli chiesero se poteva pregare per un ammalato che versava in gravi condizioni. I medici l’avevano dato oramai per spacciato. Questo Tzaddìk gli rispose affermativamente e disse: “La Torà ha dato ai medici il permesso di curare gli ammalati e non quello di far perdere la speranza della vita”.

Venerdì 26 Shevat 5780 - 21 Febbraio 2020
Tallit e Tefillin: 6.10
Hanetz HaChama: 7.16
Termine lettura Shema: 9.09
Mincha Ghedola: 13.03
Accensione delle candele: 17.40
Fine Shabbat o Yom Tov: Sabato 22-2-2020 alle 18.41
Tehillim del giorno
Scansione mensile:
salmo 119, 97 - 119, 176

PDF

AUDIO
Kitzur Shulchan Aruch del giorno
Scansione annuale: cap. 65, 1
Proibizione dell'interesse per chi presta, per chi chiede e per chi funge da garante 

PDF
Le Mitzvot del giorno

POSITIVA 107 Impurità rituale derivante dal contatto diretto o indiretto con un morto

Quando un uomo muoia in una tenda, chiunque entri nella tenda… sarà impuro

(Bemidbàr 19, 14) [398].