La Torà del giorno: Behàr (4)

25 Se tuo fratello dovesse impoverirsi e vendere parte del suo possesso fondiario [in campagna], un suo parente stretto dovrà venire a riscattare ciò che suo fratello ha venduto. 26 Ma se qualcuno non ha chi [sia in grado] di riscattare e riesce a procurarsi i mezzi economici, e ne trova [a sufficienza] per riscattare il suo [possesso fondiario], 27 [allora] egli calcolerà le annate [di raccolto] per le quali ha effettuato la sua vendita, restituirà a colui al quale l’ha venduta quanto rimane [deducendo dal prezzo di vendita il valore degli anni goduti] e tornerà in possesso del proprio terreno. 28 E se non dovesse trovare mezzi sufficienti per rientrarne [interamente] in possesso, ciò che ha venduto rimarrà in possesso di chi lo ha comprato fino all’anno del giubileo. Al giubileo [chi l’ha comprato] andrà via e [il terreno] ritornerà di sua proprietà.

La Torà cantata
Sefer Vaikrà
vv. 25, 25 - 25, 28

Voce di Moise Levy
Commento del giorno sulla Torà

Il tuo denaro non darai in prestito con interesse (Vaikrà 26, 2). Dice il Melèchèt Machshèvèt: quando tu dai del denaro ad un bisognoso, sia esso per Tzedakkà - beneficenza, o per Gmilut Chasadìm - prestito senza interesse, dallo con un sorriso ed incoraggiando colui che è costretto a prenderlo. Non essere mordente, o come un coltello tagliente che gli trafigge il cuore, bensì daglielo con occhio benevolo.

Mercoledì 17 Iyyar 5779 - 22 Maggio 2019
Tallit e Tefillin: 4.09
Hanetz HaChama: 5.45
Termine lettura Shema: 8.23
Mincha Ghedola: 13.57
Tramonto: 20.54
Tre stelle: 21.37
Tehillim del giorno
Scansione mensile:
salmi 83 - 87

PDF

AUDIO
Kitzur Shulchan Aruch del giorno
Scansione annuale: cap. 87, 7
Far uscire animali con fili legati addosso 

PDF
Le Mitzvot del giorno

POSITIVA 245 Precetto che regola i rapporti commerciali

E quando venderai qualche cosa al tuo vicino, o comprerai qualcosa da lui…

(Vaikrà 25, 14) [336].